Condanna spese legali – fattura | Fisco Forum


Riferimento: Condanna spese legali – fattura

Chiedo un vostro parere: la sentenza ha condannato un mio cliente al pagamento delle spese legali sostenute dalla pare vittoriosa. Il legale della parte vittoriosa tramite atto di precetto ha ottenuto il pagamento di quanto richiesto, ovviamente comprensivo di IVA. E’ nel diritto del mio cliente chiedere copia della fattura quietanzata che l’avvocato ha emesso nei confronti del suo cliente vittorioso? Io credo di no, ma il mio cliente che ha pagato anche l’IVA mi mangia la faccia al mio parere negativo…. ovviamente lui pensa che neanche l’avvocato abbia emesso la fattura….

Ti riporto questo pezzo vedi se ti può essere utile, nel caso..

“Di norma, al termine di una controversia legale, il giudice condanna la parte soccombente al rimborso delle

spese giudiziali a favore dell’altra parte. Tra queste spese vi è compresa anche la parcella del legale della parte

vittoriosa. L’avvocato della parte vincitrice può scegliere se farsi pagare direttamente dal proprio cliente, il quale

si rivarrà poi nei confronti della parte soccombente, oppure farsi pagare direttamente dalla parte soccombente

utilizzando l’istituto della “distrazione delle spese” ex art. 93 del Codice di procedura civile. Relativamente alla

seconda procedura, che costituisce un’eccezione della prima, possono sorgere alcuni problemi in merito

all’effettuazione della ritenuta e al trattamento I.V.A. in relazione alle somme da pagare a carico della parte

soccombente.

Nel quesito non si viene a conoscenza dell’elemento fondamentale dell’operazione e cioè se il legale si soddisfa

direttamente sulla parte soccombente. Verranno comunque analizzati entrambi sia il caso in cui il legale si

avvalga dell’Istituto della “distrazione delle spese”, sia il caso in cui il legale venga pagato direttamente dal

proprio cliente.

1° caso: Il legale si soddisfa direttamente dalla parte soccombente.

In questo caso i corretti adempimenti fiscali sono i seguenti:

– In primo luogo il legale deve emettere regolare fattura intestata al proprio cliente che gli ha conferito l’incarico

di essere assistito in giudizio, quest’ultimo dovrà pagare al proprio legale solamente l’importo dell’I.v.a. che si

detrae registrando il documento. La parte soccombente non potrà pretendere l’emissione della fattura nei propri

confronti.

Sulla fattura verrà apposta la quietanza a saldo in cui si evidenzia che il pagamento avviene con denaro fornito

dal soccombente, vincolato alla prestazione dalla sentenza di condanna.

– Inoltre rilascia una ricevuta del pagamento alla parte soccombente per l’ammontare delle spese di giudizio

da quest’ultima pagate.

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

2° caso: Il legale si soddisfa direttamente nei confronti del proprio cliente.

– Il legale emette fattura nei confronti del proprio cliente, che ha pagato direttamente il legale;

– Il cliente a questo punto eserciterà una rivalsa nei confronti della parte soccombente per la somma pagata al

legale.

In merito a quanto già risposto, precisiamo che la parte vittoriosa non deve emettere nessuna fattura per la

rivalsa nei confronti della parte soccombente, in quanto la prestazione dell’avvocato deve essere da lui fatturata

come esemplificato nello schema prodotto nel quesito.In sostanza la parte vittoriosa incassa:

Per conto dell’Avvocato

+ L’importo dell’onorario

+ Spese processuali

+ 2% cassa previdenza

– Ritenuta d’acconto I.r.pe.f.

Per soddisfare il proprio credito

+ Credito oggetto del procedimento

+ Interessi moratori

Per quanto riguarda gli importi incassati per conto dell’Avvocato non dovrà emettere nessun documento in

quanto trattasi solamente di un trasferimento finanziario di denaro, sarà l’Avvocato a rilasciare una ricevuta nei

confronti della parte soccombente per l’importo incassato.

Per quanto riguarda gli importi di propria competenza, la parte vittoriosa non dovrà emettere nessun documento

I.v.a., in quanto incassa un credito vantato e per la parte residua incassa interessi moratori non soggetti ad I.v.a.

ai sensi dell’art. 15 punto 1 D.p.r. 633/72 e quindi non fatturabili.

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Per concludere la parte vincitrice dovrà rilasciare solamente una ricevuta non valida ai fini I.v.a. per quanto

riguarda l’importo degli interessi.”

ciao

Source

L’articolo Condanna spese legali – fattura | Fisco Forum proviene da Adessonews aggregatore di news: replica gli articoli dalla rete senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione. Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli in qualsiasi momento..

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: