Sfera Ebbasta parla della tragedia. Dopo essere stato insultato perché stava zitto

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Sfera Ebbasta parla su Instagram della tragedia. Dopo essere stato insultato perché stava zitto

Sfera Ebbasta parla della tragedia. Dopo essere stato insultato perché stava zitto (foto Ansa)

CORINALDO – Sfera Ebbasta parla dopo i ragazzini morti fuori dalla discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo in cui si era tenuto il suo concerto. “Sono profondamente addolorato per quello che è successo ieri sera a Corinaldo. E’ difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragedie”, scrive su Instagram. Il silenzio del trapper, alcune ore dopo che la tragedia era avvenuta, aveva indispettito più di un utente social, tanto che alcuni lo avevano insultato online.

“Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che tutti quanti – aggiunge – vi fermaste a pensare a quanto può essere pericoloso e stupido usare lo spray al peperoncino in una discoteca”. “Grazie a tutte le persone, le ambulanze e la forze dell’ordine – continua Sfera Ebbasta – che hanno prestato soccorso durante la notte. Per quanto poco possa servire il mio affetto e il mio sostegno vanno alle famiglie delle vittime e a quelle dei feriti e proprio per rispetto di questi ultimi tutti gli impegni promozionali e gli instore dei prossimi giorni verranno cancellati”. “La musica – conclude il trapper – dovrebbe essere uno strumento che unisce le persone, speriamo che lo diventi davvero”.

Questi alcuni degli insulti ricevuti da Sfera sui social: “Sono venuti a un tuo concerto, un pensiero non ce l’hai?”, “Invece di fare il co*** potevi spendere due parole per questa tragedia”, “Fai morire le persone…”, ha esagerato un altro.

L’articolo Sfera Ebbasta parla della tragedia. Dopo essere stato insultato perché stava zitto sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine