Primiano Brigante per Amore con Sacedote e Chiarieri.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Primiano Brigante per Amore con Sacedote e Chiarieri.

Domenica 9 dicembre, All’Auditorium Flaiano

 

Al debutto dello spettacolo teatrale “PRIMIANO – Brigante per Amore”, che si terrà domenica 9 dicembre all’Auditorium Flaiano, patrocinato dal Comune e a cura dei CuntaTerra, Teatro, Musica, Cultura, Arti Popolari.Lo spettacolo è stato presentato dall’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovoe Marcello Sacerdote, autore e regista e interprete e Camillo Chiariericoautore e cointerprete.

“Sacerdote e Chiarieri sono un’accoppiata vincente parlando di storia e di tradizioni popolari – così l’assessore Giovanni Di Iacovo – E’ uno spettacolo che parte dal passato, ma che parla al futuro, come sempre fanno le elaborazioni della storia coniugate ai tempi e ai sentimenti che ci caratterizzano. E’ stato fatto un grande lavoro sulla storia del brigantaggio in Abruzzo e sul contesto in cui è ambientata la vicenda di Primiano. Un lavoro interessante che sono certo saprà catturare attenzione e sentimenti di quanti lo vivranno”.

“Si tratta di uno spettacolo ispirato alla vera storia di Primiano Marcucci, pastore di Campo di Giove vissuto nell’Ottocento – così Marcello Sacerdote, autore, regista e interprete – “Primiano – Brigante per Amore” mette in scena una vicenda umana che si inserisce nel contesto della Guerra al Brigantaggio combattuta nel meridione italiano all’indomani dell’unificazione sabauda. Le vicissitudini di Primiano travalicano però la storia personale del protagonista, diventando efficace paradigma del malcontento generalizzato e delle difficoltà del vivere che in quegli anni attanagliarono le classi sociali popolari della società meridionale. All’indomani del 1860, Primiano è un giovane “pecoraro” a servizio del più ricco proprietario di armenti del paese, importante membro della nuova classe dirigente italiana che si prepara a governare il Paese. Sogna una vita semplice e tranquilla con la sua sposa, ma un capriccio del potente padrone vorrebbe costringerlo ad accettare un matrimonio combinato con un’altra fanciulla. La sua mancata sottomissione, seguita da un gesto di ribellione, lo costringerà – senza alcuna possibilità di redenzione – a farsi Brigante. La perfetta conoscenza della montagna, il carisma e l’autorevolezza lo renderanno ben presto il capobanda più celebre, temuto e rispettato di tutta la Majella”.

“Mentre l’Abruzzo si infiamma dei fuochi della rivolta antisabauda, le gesta di Primiano saranno celebrate da poveri e oppressi come quelle di un eroe che si ribella all’ingiustizia della Legge – così Camillo Chiarirei, storico e narratore della vicenda – fino a diventare personaggio leggendario il cui ricordo ancora permane tra paesi e boschi della montagna abruzzese. Il bello dell’adattamento del testo di Giovanni Presutti che abbiamo fatto, lavorando insieme in questi mesi è la sua piena attualità: la vicenda di Primiano parla al presente e racconta in un modo meno folkloristico una storia di sentimenti, perché passi un immagine diversa di ciò che siamo stati, in modo da poter parlare a tutti e non solo all’Abruzzo. Ciò che importa è la storia e siamo convinti che narrata così sia in grado di rappresentarci al meglio e di rappresentare fatti e contraddizioni che possono essere valide ovunque”.

  • primiano
  • brigante
  • auditorium flaiano
  • news
  • camillo chiarieri
  • sacerdote
  • ultime notizie

    Mia Immagine

    Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

    Mia Immagine