Banco Bpm, Credito Fondiario in pole per gli Npl

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Rosario Murgida finanzareport.it

6.12.18

La cordata composta dall’ex Fonspa ed Elliott avrebbe compiuto uno scatto finale per aggiudicarsi il pacchetto di sofferenze da quasi 8 miliardi di euro


La cordata composta da Credito Fondiario ed Elliott sarebbe ormai in pole per aggiudicarsi il progetto Ace varato da Banco Bpm per liberarsi di 7,8 miliardi di sofferenze anche grazie a un rilancio che ha spinto il prezzo a superare il 20% iniziale.

Il binomio avrebbe compiuto nelle ultime ore un rilancio forse decisivo per battere la concorrenza degli altri due consorzi: quello guidato da doBank e composto da Fortress e Illimity e il sodalizio tra Prelios e Chrisofferson Robb & Company, che nonostante il rientro in partita dell’ultimo minuto sembra ormai fuori dei giochi. Lo segnalano indiscrezioni citate stamani dal quotidiano Il Messaggero.

La decisione finale potrebbe emergere lunedì prossimo, giorno di convocazione di un consiglio di amministrazione straordinario chiamato, appunto, a chiudere una partita che al momento potrebbe coinvolgere non solo il pacchetto degli Npl ma anche la relativa piattaforma di gestione con 120 dipendenti. 

In tal senso, sembra che Banco Bpm, per allontanare i timori dei sindacati, possa mantenere il 49% della newco da costituire con la cordata vincente. Tra l’altro si tratta di un modello già perseguito da Intesa Sanpaolo per la cessione a Intrum di un pacchetto da oltre 11 miliardi di sofferenze.  

Intanto, alle 9,42 il titolo Banco Bpm perde a Piazza Affari l’1,78%

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine