Tutti i riferimenti a Liberato nel nuovo video di Calcutta

Qualunque cosa sia in grado di scatenare complotti e discussioni è buono per il biznés e i Beatles lo sapevano bene. Lo sa bene anche Liberato, lo stornello del golfo, e lo sa bene anche Converse, e lo sa bene anche Francesco Lettieri che ha prestato la sua regia suggestiva a queste vie di mezzo tra spot e videoclip, e ormai lo sa bene tutta Italia perché mannaggia al cazzo ultimamente non si parla d’altro (vedi Noisey, che per farvi cliccare su due pubblicità e potersi permettere di pagare il mio stipendio deve pubblicare un articolo sull’argomento ogni 12 ore).

Allora, Liberato è un minore carcerato a Nisida? O è il producer D-Ross? Magari è il CEO di Converse (ho scoperto che è italiano, gomblotto)? La gente ha capito, come dicevamo ieri, che il mistero è una componente importante dell’operazione e molti fan sostengono di non voler conoscere l’identità del cantante. È anzi un nuovo modo di fare intrattenimento, un cantante che è anche una serie TV, un modello di scarpe e un gioco di ruolo (ruolo che, per il pubblico, è naturalmente quello dell’investigatore). Gli unici collegamenti tra l’entità Liberato e il mondo delle persone con un volto sono due: Napoli e Francesco Lettieri.

Mia Immagine

 

Che coincidenza, questi due collegamenti sono entrambi presenti nel nuovo video di Calcutta, “Paracetamolo”, uscito ieri sera. Ecco altri elementi che visti con l’occhio del complottista possono portare alla conclusione Calcutta è Liberato. Potete verificarli guardando il video qua sopra.

– nella scena del bar, sulla TV c’è un film in bianco e nero. Si vedono solo pochi fotogrammi, ma dato che tanto siamo qua a sparare stronzate nulla ci impedisce di ipotizzare che si tratti de I Soliti Ignoti, in cui dei piccoli criminali romani si mettono in società con dei ladruncoli napoletani per un colpo più grande di loro. Capito il collegamento?

– a un certo punto si vede sullo sfondo l’isola di Gaiola;

– compare una mappa nautica del canale di Procida (lo so che non significa nulla, ma non è sospetto?);

– sdraiata sul terrazzo, la co-protagonista del video si copre il volto con il libro Graziella, romanzo di Alphonse de Lamartine che racconta il viaggio dell’autore a Napoli, sull’isola di Procida, e della sua fascinazione per quella città. Ideona: e se fosse un modo per dire che Liberato è un forestiero innamorato di Napoli, della sua musica, della sua lingua e della sua bellezza?

– Devo ricordarvi che Calcutta ha cantato nei panni di Liberato al MiAmi 2017?

– FRANCESCO LETTIERI!1!!1 NAPOLI!!1!

Ecco fatto.

Segui Noisey su Instagram e su Facebook.

 

Mia Immagine